Posts Taggati ‘Cittadini’

UN VOTO FRAMMENTATO CHE NON FORNISCE INDICAZIONI PRECISE

Un voto frammentato che non fornisce indicazioni precise

E’ un’analisi ragionevole quella che propongono alcuni commentatori che riferiscono di un turno elettorale – quello delle elezioni Amministrative 2016 – estremamente variegato e per certi versi contraddittorio.

Difficile infatti, pretendere di trarre solide argomentazioni e deduzioni, da dati elettorali estremamente vari, profondamente legati a situazioni specifiche, definite da storie di governo locale, personaggi, sindaci e liste nazionali e non, che fanno fatica a strutturarsi in modo davvero definitivo.

Se una linea di fondo si vuole proprio trarre, è quella di una sfida tra potere e “antipotere” che a seconda delle situazioni di riempe si un colore politico anziché un altro.

Se a Roma, l’opposizione al sistema assume i vesti del M5S, così non è – ad esempio – a Milano dove lo stesso partito si aggira sul 10%. Se a Milano il centro destra si conferma come competitor solido, così non è a Torino, dove invece scompare di fatto dai radar dei dati degni di nota. E ancora Napoli, dove altra situazione assolutamente anomala, porta al successo netto al primo turno un sindaco reduce da quella famosa “sfornata” di sindaci indipendenti di sinistra oggi praticamente scomparsa.

Ecco dunque, che le “anomalie” si sommano e si stratificano, quasi a dimostrare che le anomalie sono piuttosto “normalità” nel senso che si disegna un’Italia estremamente varia e quasi “anarchica” per i mutamenti in corso, spesso in direzioni completamente opposte.

In questo quadro appare assolutamente azzardato tentare deduzioni a scendere sul Governo nazionale; di certo non pare esservi un successo forte come per le Europee ma nello stesso tempo pare altresì arduo dedurne difficoltà politiche sostanziali. Un passaggio intermedio dunque, che per certi versi lascia davvero “il tempo che trova”, in attesa di indicazioni più precise e univoche, ammesso che questo Paese, sia in grado davvero di darne ancora.

Un voto frammentato che non fornisce indicazioni precise Un voto frammentato che non fornisce indicazioni precise Un voto frammentato che non fornisce indicazioni precise Un voto frammentato che non fornisce indicazioni precise Un voto frammentato che non fornisce indicazioni precise .

OTTIMI RISULTATI PER LE RICERCHE OPIMEDIA IN TUTTA ITALIA

Ottimi risultati per le ricerche Opimedia in tutta Italia

Ancora una volta Opimedia Consulting si conferma la società di comunicazione politica specializzata per la Liguria ma non solo.

Le ricerche svolte in questa fase elettorale hanno condotto lo staff tecnico a ottenere ottimi risultati con sondaggi politici accurati che hanno dimostrato anche rispetto ad altri istituti, una particolare cura e precisione nelle ricerche effettuate. Tutto questo, in un contesto particolarmente articolato e mutevole, caratterizzato da un’estrema frammentarietà dei risultati, fortemente legati a situazioni specifiche del territorio.

La prevalenza delle personalità in gioco e la debolezza generalizzate dei partiti politici per lo meno in senso tradizionale, rendono le situazioni elettorali estremamente fluide; in questo contesto operare con strumenti previsionali come le ricerche demoscopiche, richiede sempre più una profonda conoscenza delle dinamiche socio-economiche nei minimi particolari, oltre a budget sufficienti per indagare in modo approfondito i “rumors” elettorali.

In questo senso Opimedia Consulting ha ancora una volta confermato livelli di precisioni elevati, rafforzandosi come  punto di riferimento per la ricerca politica di qualità in Italia.

“E’ un contesto estremamente dinamico con mutamenti rapidi e per certi versi repentini quelli che si registrano nei nostri dati in prossimità dell’appuntamento elettorale fissato. Per questo, sempre più, si rende necessaria – spiega Paolo Ghibaudo, senior manager di Opimedia Consulting – una strutturata azione di survey che segua tutti i passaggi di una campagna elettorale al fine di potere registrare con precisione quei mutamenti d’opinione che hanno tempi di reazioni sempre più corti in un’ottica di motivazione al consenso e dunque al voto finale”.

Ottimi risultati per le ricerche Opimedia in tutta Italia Ottimi risultati per le ricerche Opimedia in tutta Italia Ottimi risultati per le ricerche Opimedia in tutta Italia Ottimi risultati per le ricerche Opimedia in tutta Italia .

ASTENSIONISMO: PRIMO PARTITO IN ITALIA

Astensionismo Elezioni Politiche - Opimedia Consulting - Consulenza Politica e Campagne Elettorali - Varazze Liguria Italia

In Italia la situazione secondo i nostri sondaggi è chiara. Il Partito Democratico raccoglie circa un terzo dei voti, tallonato da vicino (intorno al 30%) dal Movimento 5 Stelle reduce da un’operazione consistente di make-up comunicativo.

Il centro destra nel complesso non riesce ad avvicinarsi, rimanendo al di sotto della soglia del 30% soprattutto per la sotto performance di Forza Italia che supera di poco un risicato 10%.

Astensionismo

Astensionismo

In questa situazione è più che mai decisivo il serbatoio degli indecisi, pari al 34%, che è formato dagli “spettatori” (disinteressati) della politica, che non seguono e neppure hanno il  minimo interesse.

Pur essendo in questo “status”, alla fine saranno il fattore decisivo per tutti gli esiti elettorali; ecco perché la comunicazione politica si sta specializzando proprio nell’azione motivazionale di questa categoria di cittadini, sempre più decisivo pur non volendolo.

astensionismo astensionismo astensionismo astensionismo .

SE MATTEO RENZI RISCHIA…..

Se Matteo Renzi rischia - Opimedia Consulting - Consulenza politica e campagne elettorali

In questi giorni ci siamo confrontati con qualche collega sondaggista perché non ero sicuro che la nostra percezione fosse fondata e i nostri dati metodologicamente assodati.

La sensazione è che la questione dell’immigrazione possa costare molto cara all’attuale Governo; il tema è insidioso e soprattutto è suscettibile di fiammate emotive, in qualche modo “programmabili” ad uso e consumo dei media.

.

.

Per essere più precisi,  analizzando bene i dati di queste settimane di cui disponiamo, esiste un sostanziale equilibrio numerico tra centro destra e centro sinistra, con un recupero potenziale anche forte a svantaggio del M5S (-3%) e del centro sinistra (-3,5%) che premierebbe il centro destra. Ciò avverrebbe qualora vicende annose come l’immigrazione riprendessero piede.

Il sentiment popolare infatti, permane su questo tema negativo per Matteo Renzi.  Non è questo lo spazio tecnico dove approfondire gli elementi legati alla legge elettorale che influiscono notevolmente ma il dato politico di fondo permane: il centro destra in termini numerici oggi ha le potenzialità per vincere le elezioni politiche, fatto inimmaginabile se si pensa a soli 12 mesi fa.

Le chiavi rimangono due: la cattiva gestione dell’immigrazione e la mancata percezione di un effettivo rilancio economico del Paese.  Su questi due punti si gioca una partita aperta come non mai.

se matteo renzi rischia se matteo renzi rischia se matteo renzi rischia .